you're reading...
Senza categoria

Oscurità

LE NOTTI DI SALEM

by Stephen King (1978)

Ancora vampiri, ancora oscurità, ancora horror. Devo ammettere di essere nuovamente sorpreso dalla maestria di Stephen King. Avevo letto solo Shining e On Writing (un manuale, non un romanzo) e nonostante mi fossero piaciuti molto entramib non credevo che per quel che riguarda le creature della notte per antonomasia Stephen King potesse gestire la cosa in maniera così efficace e moderna. Se pensiamo che il romanzo è del ’78 davvero c’è da stupirsi: non dimostra affatto l’età che ha! Una storia che potrebbe tranquillamente essere stata scritta anche oggi (con alcuni minimi cambiamenti dovuti alla tecnologia) e dei personaggi caraterizzati benissimo (da Ben Mears, il protagonista, a Straker, lo strano e inqiuetante altro nuovo arrivato a Jerusalem Lot).

Ma più di tutto colpisce come sempre lo stile di King, capace di concludere ogni capitolo con un aggancio fortissimo che obbliga ad andare avanti con la lettura e, complici i capitoli piuttosto brevi, porta ad una velocità di lettura estrema e facile. Una lode poi all’introspezione rintracciabile in ogni capitolo, che permette l’immedesimazione in ognuno dei protagonisti che si muovono, pensano e agiscono esattamente come se l’autore li avesse conosciuti davvero! Tutti umani nel senso più stretto della parola, tutti veri e realistici. L’ambientazione, un piccolo villaggio nel Maine, all’interno del quale esiste un’abitazione "malvagia" (come l’Overlook Hotel del già citato Shining) disabitata da anni ma in grado di attirare a se’ ipnoticamente e che troneggia su tutto e tutti, anche i lettori indifesi davanti a un racconto così pieno di suspence e sentimenti (di qualsiasi tipo) che è stato trasformato in un film e, più recentemente, in una mini-serie TV (in due parti, ancora inedita in Italia).

 

PREACHER

di Garth Ennis e Steve Dillon

Torna in formato ridotto l’Opera che ha consacrato Garth Ennis nell’Olimpo degli scrittori di somics americani nel mondo. Una nuova edizione edita sempre da Magic Press. Un tascabile che fa parte della collezione LE GRANDI STORIE (in cui è già stato pubblicato Sin City!), in bianco e nero (quindi non più come l’originale a colori) ma che non ha perso niente nel passaggio dal colore al b/n.

Texas o Morte, questo il titolo del primo volume delle storie di Jesse Custer, il reverendo texano alla ricerca disperata di Dio. Una storia cruda e senza mezze misure (come sempre nei lavori di Ennis), violenta e a tratti un po’ troppo volgare (le parolacce si sprecano, anche quando non sono necessarie) e due storie "separate". La prima vede l’inizio di tutto quanto, la discesa di Genesis sulla Terra e il grande cambiamento che conferisce a Jesse il dono della Parola del Signore, l’incontro con Cassidy e Tulip e la partenza dal Texas. La seconda invece, dai toni quasi polizieschi, vedrà le loro strade incrociarsi con quella di un serial killer a New York…

Una lettura sconsigliata ai più religiosi e credenti che potrebbero sentirsi offesi da Preacher, anche se ad un’attenta analisi potrebbe rivelare qualcosa di più profondo, soprattutto se lo si prende non troppo seriamente e con occhio critico. Un fumetto forte e di carattere che si odia o si ama…

Annunci

Discussione

9 pensieri su “Oscurità

  1. Ciao!!:)
    Proprio l’altro giorno stavo per comprare il dvd de “Le notti di Salem”. Era buttato in un megacesto di roba impolverata e in offerta…ma poi ci ho ripensato: se fosse stato come IT, avrei dovuto bruciarlo dopo! :/ ho quindi optato x il libro xkè la storia mi incuriosiva, devo comprarlo e leggerlo!

    Pubblicato da CRiSTReGA | 12 febbraio 2006, 09:17
  2. Ciao scusa l’OT ma ti rispondo su BBEErlusconi:

    Invece che cambiare pianeta, mi accontenterei di uno che non sia proprietario di tv, stampa, pluri-indagato e che sventoli ancora la paura del comunismo come arma elettorale quando lui è alleato con razzisti della peggior specie e fascisti.

    E che si permette di denigrare magistratura, lo stato e la “politica”. Prodi è televisivamente zero, ma molto più concreto, Silvio basta guardarlo, un imbonitore di telepromozioni.

    Buone elezioni! 😛

    Pubblicato da graphic | 12 febbraio 2006, 12:49
  3. The Preacher…sublime.
    Trasuda cinismo ed ironia da ogni pagina.
    Niente buonismi all’ingrosso.
    E le chine di Dillon sono uno spettacolo per gli occhi.
    Peccato che il film non abbia suscitato niente di più che un mormorìo lontano…

    Pubblicato da ScHiAvAdElLaNoTtE | 12 febbraio 2006, 19:55
  4. Il film? di Preacher? Quando è uscito? e il titolo?

    Pubblicato da Kalyth | 13 febbraio 2006, 11:31
  5. Preacher, fantastico, l’unico fumetto americano che ho letto insieme a The Crow di O’Barr e Sandman.

    Pubblicato da lonestar77 | 15 febbraio 2006, 18:25
  6. Eheh, e se guardi un po’ in giro per il blog qualcosa sia su Sandman che sul Corvo la trovi…

    Pubblicato da Kalyth | 15 febbraio 2006, 21:57
  7. Il titolo del film dovrebbe essere proprio “The Preacher”.
    Sulla sua uscita, ci sono voci contrastanti: c’è chi dice che sia già uscito in America e mai arrivato qui, e chi sostiene che ancora debbano finire di girarlo.

    Pubblicato da ScHiAvAdElLaNoTtE | 16 febbraio 2006, 12:04
  8. Ciao!
    Preacher è un Capolavoro! (Idem Le notti di Salem – ti consiglio sempre di King se non lo hai letto L’ombra dello scorpione)

    Grazie per esser passato dal mio blog; certo che amo i fumetti, non posso vivere senza 😉

    Ciao
    Lorenzo

    Pubblicato da t3nshi | 18 febbraio 2006, 14:03
  9. Il film di “Preacher” al momento è solo un progetto (fermo), novità reali sull’argomento non se ne hanno da un po’…:(

    Pubblicato da Giorgio77 | 19 febbraio 2006, 17:59

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: