you're reading...
Senza categoria

GODS OF METAL 2007 part I

Domenica 3 giugno 2007… che giornata!

Dopo il resoconto che mio fratello mi aveva fatto sulla prima giornata del festival ero molto impaurito: acqua, fango e sudore sono stati i marchi di fabbrica del Gods of Metal di sabato purtroppo, e hanno rischiato di rovinare i concerti di Velvet Revolver e Motley Crue. Decido quindi di svegliarmi relativamente presto domenica per scrutare il cielo e sento un amico che è già lì, pronto ad aggiornarmi sulla situazione metereologico-logistica: cielo terso e un sole che spacca le pietre, perfetto!

Dopo essermi incontrato con la mia compagna di live preferita (eheheh….) arriviamo alle ore 15 circa. Capelli, cuoio, jeans e birra: ecco cosa ci aspettava, come da manuale, all’ingresso.
Impossibile andare in mezzo alla ressa senza sporcarsi le scarpe o l’orlo dei pantaloni nel fango (o meglio, nelle sabbie mobili) che si erano formate il giorno prima.
Da una parte questo ha portato a una tranquillità piacevole del festival: niente pogo o casino, ma riuscire a sollevare i piedi a fatica dal pavimento non era proprio una condizione favorevole.
Tanta gente, qualche stand interessante (
GUITAR HERO, magliette ufficiali e non, birra e panini (schifosi in verità…), gadget dark e simili e tantissima musica.

Ma ecco una breve analisi dei live che sono riuscito a vedere.

 


 

Arriviamo all’Idroscalo che hanno già iniziato a suonare, e per lo stesso motivo me li ero persi già una volta al Day at the Border (nel 2003? 2004? Non mi ricordo…) e devo dire che mi sono piaciuti un sacco.
Mi avevano detto che dal vivo erano davvero bravi, e l’unica pecca è stato l’orario della loro esibizione: in pieno pomeriggio un gruppo dark non rende come al chiuso in un locale/stadio, ma il suono potente e graffiante è stato reso alla perfezione.
Ovviamente hanno suonato alcuni brani tratti dall’ultimo album, FICTION, ma anche glorie del passato tratte da GALLERY e altri dischi.
Bravissimi davvero.

 

 

  Il video di Treason Wall.

 

 

 

PAUSA
Durante l’esibizione dei
DIMMU BORGIR ho approfittato per acquistare la rituale maglietta dell’ennesimo concerto (‘stavolta è toccato ai Dark Tranquillity) e fare un giro: mi avevano detto che ci sarebbe stato uno stand della Gibson, ma io non l’ho visto… Peccato!

 


 


"The field is lost… Everything is lost… The black one has fallen from the sky…"
Come fare a non prevedere il boato delle acclamazioni del pubblico ad un incipit simile, marchio di fabbrica delle esibizioni dei Bardi?
E infatti la prima super-formazione della serata è stata acolta come sempre da Milano, con affetto e partecipazione davvero senza pari.
Una voce potentissima per Hansi e uno spettacolo grandioso che smentisce tutti quelli che volevano la formazione tedesca sottotono vuoi per il nuovo batterista (che rimpiaza Thomen "The Omen" Stauch più che degnamente), vuoi per la qualità degli ultimi due lavori che vedevano incombere alle loro spalle un capolavoro come Nightfall in Middle-Earth.
Ma la giusta collocazione dei Blind Guardian è sul palco, a intrattenere e a farsi intrattenere da un pubblico che li adora.
Mitici!

Scaletta:
War of Wrath
Into the Storm
Born in a Mourning Hall
Valhalla
Nightfall
Fly
The Script for my Requiem
Time Stands Still
This will Never End
And then there was Silence
Immaginations from the Other Side
The Bard’s Song (in the forest)
Mirror Mirror

 


 

Inizio un po’ a sorpresa (senza soundcheck) per i Dream Theater che ci hanno colto con panino e birra in mano con l’inconfondibile attacco di Pull Me Under per svelare subito dopo la canzone, che esattamente 15 anni fa usciva quello che da molti è considerato il loro miglior lavoro: Images and Words.
E quindi quale migliore occasione per riproporre in alcune date selezionate del loro tour TUTTO l’album?
Fantastico e suggestivo, con pochi excursus e assoli esagerati, è stata davvero la combinazione giusta di pezzi per un’occasione come un festival data la lunghezza complessiva dell’esibizione, contornata da altri due brani nel bis.
Tutto decisamente azzeccato e spettacolare, tanto che nonostante fossi un po’ scettico sulla loro presenza al Gods of Metal, soprattutto se affiancati dagli altri gruppi succitati, che poco hanno da spartire con il registro musicale dei DT, mi sono dovuto ricredere e sono stato decisamente felice di rivedere Petrucci, Portnoy e company, in forma come non mai…

Scaletta:
Pull me Under
Another Day
Take the Time
Surrounded
Under a Glass Moon
Wait for Sleep
Learning to Live
Home
As I am

 

 


 

So che i "veri" metallari mi disconosceranno per essermene andato subito dopo la fine del concerto dei Dream Theater, ma non conosco abbastanza i Black Sabbath anche se posseggo l’album Heaven & Hell, ma giunto a quell’ora della serata avevo fame, ero stanco e dolorante, quindi un po’ con la coda tra le gambe io, Valentina, Alberto e un sacco di altra gente come noi, dopo i saluti di LaBrie e soci hanno lasciato l’Idroscalo.
Sono curioso di sapere come è stata l’esibizione di Dio, Iommi ecc, percui se qualcuno di voi è rimasto, mi lasci un commento please!

 

Vi metto comunque il video di Computer God. 

 

Una grandissima giornata comunque: ho visto due dei miei gruppi preferiti, ne ho scoperto un altro e ho preso il sole, cosa che mi capita davvero raramente ahimè, quindi… e non ho ancora deciso se tornare il 30 oppure no… l’idea al momento mi alletta parecchio…

SITO UFFICIALE

ALTRE FOTO

ROCK ON!

Annunci

Discussione

8 pensieri su “GODS OF METAL 2007 part I

  1. beato te! io ci dovevo andare il 2 e il 3…poi ho litigato a morte con un mio amico e non se n’è più fatto niente!!! I Dimmu devono esser stati spettacolari…

    Pubblicato da LadyBundy | 4 giugno 2007, 21:32
  2. lol, c’ero anche io il 3 😀

    però fammi capire una cosa… ti sei perso gli anathema…
    hai fatto pausa pranzo per i dimmu…
    the ne sei andato prima degli heaven & hell…

    mi domando… che sei venuto a fare? 😀

    ottima giornata a mio parere cmq.

    bravi anathema e dark tranquillity, nonostante il poco tempo disponibili. ottimi dimmu borgir e blind guardian, i 2 migliori gruppi della giornata.

    gli heaven & hell mi hanno piacevolmente sorpreso, mi aspettavo dei vecchietti spompati ed invece hanno più che spaccato il culo, dio ha una voce incredibile…

    e gli altri?
    trascurabili sinestesia e dgm, symphony x perfetti per la pausa pranzo. dei dream theater ho apprezza l’idea di fare per intero images & words (il loro unico album che ogni tanto ascolto), e l’esecuzione cristallina, ma nel bis, forse sarà stata la stanchezza, mi sono addormentato sulle note di Home ^^”.

    cmq un plauso all’organizzazione che quest’anno ha fatto un lavoro meno di cacca rispetto agli anni passati, gli orari sono stati rispettati (vedi gods 2006 primo giorno, 2 ore e rotte di ritardo) e i suoni erano ottimi (gods 2005, slayer a volume bassissimo)…

    Pubblicato da Chrono87 | 5 giugno 2007, 00:54
  3. @Chrono: sono venuto a vedere i gruppi che mi interessavano, visto che cmq per 3 gruppi presi singolarmente avrei speso di sicuro più di 60 euro direi che l’affare l’ho fatto comunque, no?
    Se fosse stato meno melmoso sari rimasto anche per gli H&H, ma così…

    E il 30 mi sa che farei ugualmente: mi interessano Black Label, Megadeth e un po’ anche i Korn, e rimarrei per Ozzy solo in caso di non stanchezza e bel tempo.

    Peccato non saperlo prima, si poteva incontrarsi tutti quanti “splinderiani-amici”…

    Pubblicato da Kalyth | 5 giugno 2007, 09:23
  4. Io conosco i Dream Theatre solo per ‘Images and Words’ e penso che sentirlo eseguire tutto dal vivo sia stata un’esperienza magica 🙂 Bello bello bello!!!

    Pubblicato da superqueen | 8 giugno 2007, 11:28
  5. Anche io sono arrivata poco prima dei Dark Tranquillity, che però ho visto talmente tante volte da riuscire a stancarmi un po’. Dei Dimmu non me ne poteva importare meno… Non parliamo poi dei Dream Theather! Per me sono un grande spaccamento di palle. Sono uscita a mangiare i panini che mi ero portata sapientemente da casa.
    Grandi i Blind e PALLOSISSIMI gli Heaven and Hell.

    Non ti biasimo per essertene andato, come vedi, pure io alla fine ho fatto il gods è mi sono gustata solo i blind!
    Notare che a me i Black Sabbath piacciono moltissimo, come Ronnie James Dio… Ma boh, mancava qualcosa, pur dimostrando che a 70 anni sono ancora dei grandi, mi pareva di essere ad un concerto di liscio… Un po’ noioso… lento, poco ritmo.

    Il 30 presente di sicuro, non mi perdo l’occasione di vedere Zakk Wylde 2 volte in un giorno!

    Pubblicato da anonimo | 11 giugno 2007, 08:06
  6. Ok mi sono sbagliato scusami…

    Cavoli, mi sono perso in questo blog. Cmq bellissimo, finalmente qualcuno che parla di Gods Of Metal!!

    Pubblicato da randyflynn | 12 giugno 2007, 13:37
  7. Nooo… Anch’io dovevo andarci, solo che per colpa di una fottuta-stronza è saltato tutto. Però ci sarei andata pressoché solo per i Dream Theater. Il resto non mi ispiarava più di tanto. A parte i Korn, un po’ i Motley Crue.. Mph.
    Blog interessssante cmq.
    God bless you guy.

    Pubblicato da Paython | 18 giugno 2007, 20:51
  8. Qualunque cosa fosse non può essere stato niente, niente in confronto al pantano del WOA 2005 °_° credevo che sarei morta in qualche palude.

    Pubblicato da Galadwen | 20 giugno 2007, 07:27

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: