you're reading...
letteratura, Philip K. Dick, sci-fi

Philip K Dick – Deus Irae

di Philip K Dick e Roger Zelazny
Anno: 2007
Pagine: 224
Euro 11.9

Sito Ufficiale

In un futuro non lontanissimo la Terra sarà devastata.
Carlton Lufteufel, ufficiale del governo americano, all’apice della tensione lancia un bombardamento che riduce il mondo ad un paesaggio post-apocalittico: deserti, distruzione, mutazioni.
In questo panorama simile a quello di Mad Max e Hokuto no Ken due credi si scontrano: il vecchio culto del dio cristiano, ormai ridotto a una vaga caricatura di se’ stesso deve vedersela con la nuova chiesa dedicata al Deus Irae, il Dio dell’Ira, Carlton Lufteufel stesso, in esilio chissà dove.
Sarà Tibor Mcmasters, il miglior pittore ancora in vita, un incompleto, sprovvisto di gambe e braccia a causa dell’armageddon, a dover intraprendere un “pelleg” alla ricerca della divinità, per vederlo e poterne creare un ritratto per la Chiesa del Deus Irae, in modo tale da poterne tramandare l’immagine, testimoniznza della sua esistenza, per sempre.
Muovendosi grazie a delle estensioni tecnologiche, su un carretto trascinato da una mucca, incontrerà personaggi strani e spaventosi, a volte molto più nell’apparenza che nelle intenzioni, intelligenze artificiali scorbutiche, mutanti metà uomini e metà animali, alla ricerca della verità.

Il romanzo, pubblicato nel 1976, scorre piacevolmente e anche se non rappresenta un Dick al massimo della forma permette agli autori di affrontare discorsi teologici senza stonature, attraverso dialoghi (opera di Zelazny) arguti e divertenti nella loro eccessiva serietà vista la situazione quasi grottesca.
Consigliato a chi ha già letto i classici di Philip K. Dick e di Zelazny, e rappresenta un diversivo sull’opus principale del visionario autore di Berkeley.

L’uccello che aveva cantato gli inni arrivò frullando tra i rami degli alberi vicini. Rimase un po’ a mezz’aria, poi atterrò, gli occhi brillanti fissi nei suoi. Inquisitivi.
“Lo vedi quello che ho fatto” disse Tibor con voce incerta. Il cadavere del verme aveva già cominciato a puzzare.
“Sì” ribatte l’uccello.
“ora riesco a capirti” disse tibor. “Non solo i frammenti che ripetevi…”
“Perchè hai immerso la mano nella secrezione del verme” disse l’uccello. “Adesso puoi capire tutti gli uccelli, non solo me. Ma io sono in grado di dirti tutto iò che ti serve di sapere.”
Tibor chiese, “Mi conosci?”
“Sì” rispose l’uccello, saltando su un ramo più basso e resistente. “Sei McMasters Tibor.”
“All’inverso” disse Tibor. “Tibor è il nome: McMasters il cognome. Al contrario.”
“D’accordo” concordò l’uccello. “Sei in Pelleg, alla ricerca del Dio dell’Ira, per poterne dipingere le sembianze. Un nobile intento, Mr.Tibor.”
“McMasters.”
“Certo” concordò l’uccello. “Come vuoi tu. Chiedimi se so dove si trova.”
“Sai dove si trova?” chiese Tibor, e nel suo petto il cuore ricominciò ad affannarsi, una tensione persistente e fredda che lo feriva solo con la sua presenza. L’idea di trovare il Deus Irae a questo punto lo paralizzò; si era trasformato in vera e propria sostanza, non era più szemplicemente una proiezione.
“Certo che lo so” disse tranquillamente l’uccello. “Non è lontano da qui; ti ci posso portare senza difficoltà, se vuoi.”

 – Capitolo 9 – pagg. 119-120

Annunci

Discussione

3 pensieri su “Philip K Dick – Deus Irae

  1. blog bellissimo…complimenti!

    Pubblicato da CrazyDiamond84 | 2 luglio 2007, 00:04
  2. ottima sintesi 😉
    ciao

    Pubblicato da lilith979 | 11 febbraio 2008, 10:28

Trackback/Pingback

  1. Pingback: Philip K. Dick – Cronache del Dopobomba « Kalyth's blog - 16 luglio 2012

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: