you're reading...
Senza categoria

Iced Earth – Framing Armageddon (Something Wicked Part 1)

È uscito ieri Framing Armageddon, l’ultimo sforzo degli Iced Earth, ed è già riuscito a conquistare il pubblico di fan e la critica.
Primo album con il nuovo chitarrista Troy Seele che sostituisce Tim Mills (che però appare nel video Ten Thousand Strong in quanto ha contribuito alla stesura di un paio di brani ed era ancra nella formazione ai tempi del video, in maggio/giugno).
Si tratta di un mezzo concept album (la cui conclusione verrà pubblicata nel 2008) definito dallo stesso Jon Schaffer (il trainante leader della band americana) come un "heavy metal sci-fi thriller of epic proportions".
E in effetti tutti i torti non li ha.
Fin dall’Overture epica e sontuosa si ha l’impressione di essere trascinati in un viaggio impervio, quello dell’umanità invasa da una minaccia aliena in grado di schiacciarla.
Da lì in poi è una cavalcata unica, con sonorità tipiche della band, anche se edulcorate e rese un po’ più "orecchiabili" e meno ostiche per l’orecchio di un ascoltatore occasionale.
È il caso di passaggi come la "lenta" A Charge to Keep, che nonostante tutto non rinuncia a riff coinvolgenti fuorvieri di una sorta di predestinazione e rassegnazione, ma non per questo alla sconfitta.
L’arpeggio inizale di Reflections poi non fa altro che sottolineare la malinconia di questa ballad che ci introduce alla potentissima Ten Thousand Strong (cfr. video qui sotto).
Da segnalare poi la lunga The Clouding: un brano di quasi 10 minuti con cori e power chords solidi come il resto dell’album.
Nel finale la velocissima title track la fa da padrona, prima di lasciare spazio alla più calma When Stars Collide (Born is He) e alla simil-outro The Awakening, che lasciano in sospeso la narrazione musicale e sono esche perfette in vista della prossima release che costituirà il seguito e la fine della storia.

Dopo The Glorious Burden, The Dark Saga (a mio avviso il loro capolavoro) e Horror Show (dove ogni traccia rendeva omaggio a uno dei personaggi horro della letteratura), un ennesimo concept potrebbe stufare, ma per fortuna Schaffer ci sa fare, e con questo disco raggiunge un equilibrio quasi perfetto, sia come sonorità che come songwriting.
Spero che il 10 ottobre, dal vivo (accompagnati qui a Milano dai Dark Tranquillity), mantengano le premesse che risultano da questo lavoro in studio.

EDIT del 21 settembre: secondo una notizia dell’ultima ora, pare che invece dei Dark Tranquillity come supporter ci saranno gli Annihilator. Peccato, non li conosco e avrei davvero voluto vedere i DT in maniera migliore che non al Gods of Metal di qeust’estate…


 

TRACKLIST

01 Overture
02 Something Wicked (Part 1)
03 Invasion
04 Motivation of Man
05 Setian Massacre
06 A Charge to Keep
07 Reflections
08 Ten Thousand Strong
09 Execution
10 Order of the Rose
11 Cataclysm
12 The Clouding
13 Infiltrate and Assimilate
14 Retribution Through the Ages
15 Something Wicked (Part 2)
16 The Domino Decree
17 Framing Armageddon
18 When Stars Collide (Born is He)
19 The Awakening

 

TEN THOUSAND STRONG

A gathering summoned by the Elder
A consequence of what’s imminent
A prophecy dark and foreboding
Forces the to face human intent

The chosen seek refuge in the mountains
Reluctantly the loved ones recognize
The sacrifice they must adhere to
The only hope for future Setian life
Like a martyr sacrificed

Await the days of Clouding
Earth Mother’s sharing in our pain
Erase the human memory
They know not of where they came
And though our hearts are broken
We have to wipe the tears away
In vain they did not suffer
Ten thousand strong will seize the day

What we possess, mankind is after
Direct descendants of the Architect
Children of God, seeds of creation
Stakes so high we must never relent

We lie in wait ‘til the human minds are clouded
Initiation of the Master Plan
Assimilate, build new life among them
Centuries will pass, patience will win
We are the bane of man

Await the days of Clouding
Earth Mother’s sharing in our pain
Erase the human memory
They know not of where they came
And though our hearts are broken
We have to wipe the tears away
In vain they did not suffer
Ten thousand strong will seize the day

 


 

Altri link:

ICED EARTH su MYSPACE

ICED EARTH su WIKIPEDIA

 


Annunci

Discussione

Un pensiero su “Iced Earth – Framing Armageddon (Something Wicked Part 1)

  1. Evvai, vinto il biglietto offerto da Rock FM!
    Anche se non ero convinto al 100% causa dipartita dei Dark Tranquillity, gratis ci vado eccome!

    Pubblicato da Kalyth | 9 ottobre 2007, 10:24

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: