you're reading...
Senza categoria

Indiana Jones e il Regno dei Teschi di Cristallo

di Steven Spielberg

con

Harrison Ford

Shia LaBeouf

Kate Blanchett

musiche di John Williams

Indiana Jones e l’Ultima Crociata, datato 1989, era il terzo e finale capitolo della trilogia dell’archeologo più famoso del mondo.
Un capitolo divertente e pieno di azione, divertente ed equilibrato.
Dopo aver scoperto i segreti del Graal, Indiana Jones è stato alla alrga da grande schermo per quasi vent’anni.
Ma ora è tornato, e gli anni sono passati, anche per lui.
E’ il 1967, e negli Stati Uniti l’atmosfera politica è tesa: la lotta al comunismo, l’eco della Seconda Guerra Mondiale e i test nucleari sono all’ordine del giorno.

Ovviamente Indi non è cambiato, nonostante l’età, e anche all’inizio di questo nuovo capitolo si trova nei guai.
Lo incontriamo nella mani di una virago russa (Kate Blanchett), in Nevada, che lo obbliga ad aiutarlo a rintraciare una cassa dal contenuto altamente magnetico da un depoisto marchiato con il numero 51 (ENORME indizio su dove andrà a parare il film).
Una volta recuperatone il contenuto, riesce a mettersi in salvo per venire coinvolto, rispettivamente, dall’FBI, dal KGB, da un amore del passato e da diverse amicizie.
E da qui in poi, afiancato dal giovane bullo Mutt (Shia LaBeouf, già protagonista di Transformers), dovrà scoprire cosa nascondono i teschi di cristallo del titolo, come trovarli, e continuare ad affrontare la minacia russa, recandosi in sudamerica.
Tanta azione, ritmo e divertimento, i soliti clichè della serie che non disturbano mai ma anche un fondo di malinconia verso i tempi andati e un po’ di conservatorismo (valori famigliari, sani principi morali e americanate simili) sono gli ingredienti di questo "revival".

Speriamo però che non ne facciano altre visti alcuni indizi forniti nel finale. Unica nota negativa: l’argomento trattato (non voglio fare spoiler, ma pensate a Stargate…) fino alla fine è mostrato in maniera perfettamente equilibrata, a parte per le ultime sequenze che stonano un po’, ma risultano naturali se si pensa che la regia è di Spielberg…
In definitiva però Indiana Jones e il Regno dei Teschi di Cristallo è proprio un film  godibile e i fan non potranno non sorridere nel sentire la prima volta la mitica marcia caratteristica di questo eroe del cinema.


IL TRAILER


Link :

Il sito Ufficiale
Indiana Jones IV su Wikipedia

Annunci

Discussione

2 pensieri su “Indiana Jones e il Regno dei Teschi di Cristallo

  1. Io i primi due li ho amati, ma gia col terzo iniziavo a non poterne più. che bisogno c’era di fare questo?…

    Pubblicato da Testavuota | 22 giugno 2008, 23:37
  2. Io invece sono andata al cinema emozionata come una bambina…in un attimo è ricomparso il ricordo del rumore della videocassetta, del mio migliore amico seduto sul tappeto con in testa il cappello di indiana…sapevo che c’era il rischio di delusioni, invece ho continuato a sorridere anche all’uscita…perchè si, anche se alcune sequenze risultano esagerate, in questo episodio ho ritrovato tutto ciò di cui mi aspettavo, anche per quanto riguarda Spielberg…se ci fai caso, c’è un sunto di molti suoi film, qui 🙂

    Pubblicato da shanandolah | 24 giugno 2008, 09:21

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: