you're reading...
Senza categoria

Weekend al cinema

Ecco qui un po’ di film che mi sono preso la briga di vedere nell’ultima settimana circa.

Molti li avevo "lasciati indietro" perché non avevo voglia di andare al cinema quando erano nelle sale o non avevo nessuno con cui andarci, altri li avevo semplicemente persi di vista.

Scrivere un post per ognuno sarebbe un’operazinoe troppo lunga e complessa, e visto che non sono proprio tutti capolavori non credo che se ne sentirà la mancanza.

Ghost Rider

Poteva essere un bel film se fosse stato trattato con la stesa cura che Garth Ennis ha dedicato al fumetto negli ultimi anni, ma così com’è è molto povero: la sceneggiatura pessima e le interpretazioni ancora peggio.

Un Nicholas Cage poco ispirato e una trama veloce e con grosse lacune fanno di Ghost Rider un film piuttosto bruttino.

Peccato, perché l’atmosfera dark e qualche brano della colonna sonora sono accettabili (oltre agli effetti speciali ovviamente).

VOTO: 5.5

Resident Evil Extinction

Terzo capitolo della serie ispirata all’omonimo videogioco e, come per la serie di giochi, anche qui il terzo installment è il peggiore di tutti.

Dopo una fedele seconda parte, qui abbiamo un’incrocio tra l’idea originale a base di mostri e sopravvivenza e un’ambientazione alla Mad Max, un finale aperto che (ahimé) lascia intravedere un futuro seguito e ben poca sostanza.

Però c’è la Jovovich che è sempre bellissima.

VOTO: 5.5

Hulk

Ma non l’avevano già raccontata poco tempo fa questa storia? Ebbene sì, dopo il fiasco del film di Ang Lee (secondo me superiore a molti altri film targati MARVEL, almeno per l’originalità della narrazione) ecco di nuovo più o meno la stessa storia, ma narrata in maniera più action e più appetibile.

La fuga disperata di un uomo che a causa di un incidente non può più vivere con i suoi simili, ma che può usare questo handicap/potere per fare del bene, per tenere stretta la presa sulla sua umanità

Bravissimo Edward Norton nei panni del perseguitato Bruce Banner, non male la storia leggermente più introspettiva e disperata rispetto al solito, ma sacrificato Tim Roth nel ruolo di un cattivo assolutamente anonimo.

VOTO: 6.5

Iron Man

Assolutamente non male, sempre da casa MARVEL, questo Iron Man dedicato all’omino di latta più famoso dei fumetti.

Tony Stark, un magnate dell’industria bellica, scopre che le sue stesse armi vengono vendute ai terroristi e usati contro la sua stessa gente. Decide di cambiare e dedicare il suo genio e le sue risorse per rimediare agli errori fatti in passato.

Gli effetti speciali spettacolari, i contenuti assolutamente moderni e attuali, le interpretazioni assolutamente apprezzabili e una sorpresa dopo i titoli di coda mi hanno lasciato più che positivamente colpito.

Non un capolavoro, ma piacevole.

VOTO: 7

Hellboy II – The Golden Army

Altro film ispirato a una serie a fumetti, il secondo della saga dell’uomo-diavolo ideato da Mike Mignola è assolutamente gradevole!

Abbandonati i toni cupi del primo, questa volta il Federal Buraeu of Paranormal Research se la deve vedere con un principe elfico intenzionato a conquistare il mondo in nome di una lealtà ormai perduta.

Mezzo fantasy mezzo film di supereroi, Hellboy II unisce i messaggi portanti di entrambi i generi, oltre ad azione, divertimento e un po’ di romance in una pellicola davvero ben fatta e che mi ha stupito!.

VOTO: 7.5

 Wanted

Altro film ispirato a un fumetto, ma ‘stavolta ci troviamo davanti a un prodotto (pare) assai diverso dalla fonte.

Non ho letto infatti l’omonima opera di Mark Millar, ma a leggere in rete le differenze ci sono eccome, un po’ come accadde per il V for Vendetta di Moore. Eppure, senza fare paragoni tra il risultato e la fonte, il film funziona benone.

Wanted è ua sorta di copia di Matrix: azione, predestinazione e voglia di "vedere oltre" la realtà, costruiscono una pellicola decisamente appetibile, che pecca però in una non giustificata (al contrario del capolavoro dei fratelli Wachowski) azione ai limiti dell’umano. Tutto sommato però è un bel film che istiga a vivere la vita al 100% in ogni momento.

VOTO: 7

The Fountain

Ed ecco il "pezzo forte". Opera dello stesso Darren Aronofski che ci ha regalato PiGreco e Requiem for a Dream, The Fountain è una storia visionaria, ingarbugliata e che ha bisogno di un’analisi attenta per essere capita a fondo.

Una storia d’amore che si svolge in tre epoche diverse, echeggiando nei secoli tramite l’apparente reincarnazione dei suoi due protagonisti (Rachel Weisz e Hugh Jackman), moderni Adamo ed Eva alla ricerca disperata di una via di fuga dalla caducità del corpo umano e dalla morte, conseguenza naturale della vita.

Un film triste che però lascia intravedere una speranza nonostante tutto, e che ha spaccato pubblico e critica in due: c’è chi lo ha etichettato come capolavoro e chi ne è un profondo detrattore. Io non so come giudicarlo, ma dire che non mi ha emozionato in più momenti sarebbe una bugia, quindi…

VOTO: 7.5

Annunci

Discussione

Un pensiero su “Weekend al cinema

  1. Oh allora lo consigli Fountain? Ma è depresso come Requiem for a dream? Perché, in quel caso, passo!

    Pubblicato da anonimo | 25 agosto 2009, 17:52

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: