you're reading...
Senza categoria

Battlestar Galactica


Leggere il post dopo aver fatto partire questo video.

Negli ultimi anni chiunque abbia un apparecchio televisivo o sia un navigatore di internet si sarà accorto del proliferare, non solo negli States, di una miriade di serie TV sempre crescente.
Insieme alla cosiddetta quantità però, per fortuna, anche la qualità ha subito un picco incredibile.
La punta di questo iceberg è costituito probabilmente da Lost, serie TV in sei stagioni che ha appassionato spettatori di tutte le età, con mistero, sovrannaturale, ed enigmi lasciati irrisolti che hanno sconvoltò le communities e sono causa di diatribe infinite.
Insieme a Lost però, il 2004 è stato anche l'anno di Battlestar Galactica, remake di una vecchissima e sfortunata serie di fantascienza datata 1978 che era stata chiusa dopo appena una stagione.
Ma se la vecchissima serie non presentava nulla di davvero innovativo, ed era piuttosto lineare, questo remake ha praticamente innalzato gli standard delle fantascenza per il piccolo schermo.

4 stagioni, una webserie e due lungometraggi compongono questa saga che, una volta conclusa, ha lasciato molti spettatori con la certezza che non vedranno mai più nulla di simile.

La trama, da Wikipedia:
In una lontana parte della nostra galassia una civiltà umana vive sparsa su un gruppo di pianeti noti come le Dodici Colonie, su cui si è trasferita dopo essere migrata dall'ancestrale mondo nativo di Kobol. Le Dodici Colonie sono in conflitto da decenni con la razza cibernetica dei cyloni, il cui obiettivo è lo sterminio della razza umana. L'Impero cylone offre un trattato di pace agli umani, che si rivela essere un inganno. Con l'aiuto di un traditore umano chiamato Baltar, i cyloni operano un feroce attacco ai pianeti delle Dodici Colonie e alla Flotta Coloniale che le protegge, mettendo in ginocchio la razza umana. I sopravvissuti al genocidio lasciano i pianeti e scappano a bordo delle poche astronavi scampate all'attacco cylone. A bordo del Galactica, il Comandante Adamo conduce la flotta di fuggitivi alla ricerca della leggendaria tredicesima colonia conosciuta come Terra.


E se ci limitassimo alla trama principale, saremmo solo di fronte a una sorta di Star Trek moderno.
Ma il punto di forza di BSG è rappresentato dai suoi personaggi, caratterizzati tutti in maniera ineccepibile.
Tutti, dal primo all'ultimo, sono umani, pieni di difetti, a volte stronzi, a volte simpatici, a volte odiosi, a volte adorabili.
E se prendiamo tanti (una decina e più) personaggi così ben caratterizzati, li facciamo interagire tra loro in maniera quasi perfetta (non mancano i passi indietro e i ripensamenti degli autori di sicuro), avremo un mix non solo fatto da sci-fi di altissima qualità, ma anche una storia di vicende umane altamente coinvolgente.
Kara Thrace e il suo spirito di autodistruzione, Lee Adamo e suo padre, così diversi ma così simili, Boomer e Athena, due facce della stessa medaglia, Helo, ligio al suo dovere e forse il personaggio più piatto, ma l'unico forse, davvero Buono, l'ambigua Ellen e Saul, ma soprattutto Gaius Balthar e la cylone bionda senza nome, la sua visione e i suoi vaneggiamenti.
E ancora Capo e Kelly, il Presidente Roslin e Billy, Dualla, Felix Gaeta e i piloti di caccia che formano la prima difesa del Galactica contro la minaccia dei cyloni.

Quasi tutto, in BSG, offre tanti spunti di riflessione, e per quasi tutta la durata delle 4 stagioni, non c'è nulla di davvero fuori posto.
L'unico dubbio sull'effettiva pianificazione della serie si ha dopo la decima puntata dell'ultima stagione, che avrebbe potuto (a mio avviso) costituire il finale di tutto, mentre per altri 10 episodi la trama si trascina un po' forzatamente, senza spiegare alcuni dettagli, dando sprazzi di soluzioni per il conflitto umani-cyloni che poi vengono ritrattati, e gettando altra carne sul fuoco, trovandosi poi a dover chiudere velocemente anche le parentesi aperte nelle ultime battute.
Non voglio fare spoiler, Battlestar Galactica è una serie che va vista se:
– siete amanti della fantascienza sia classica (alla Blade Runner) che delle space opera (alla Guerre Stellari)
– siete amanti della buona televisione e delle serie TV

Superato l'episodio pilota, piuttosto noioso purtroppo, e dopo qualche episodio di assestamento la serie prende un ritmo e una piega che vi spingerà a guardare tutto subito per i misteri sollevati, per l'esito dei conflitti umani e non solo, e per sapere come finirà l'esodo del genere umano nello spazio.
Religione, crisi di identità, mitologia, fantascienza, azione, amore, sesso: tutti ingredienti sapientemente mischiati in un'epopea indimenticabile.


In rete:
Le puntate in streaming
Il videogioco online
Caprica, il prequel

Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: