you're reading...
Senza categoria

The Big 4

Ovvero, il giorno in cui ho visto i metallica dal vivo!

IL PROGRAMMA
16.30-17.30 – ANTHRAX
18.00-19.15 – MEGADETH
19.45-21.00 – SLAYER
21.30-23.45 – METALLICA

Ebbene sì, con il concerto a cui ho assistito ieri, posso dire di aver finalmente visto tutti i gruppi "grossi" che mi interessavano.
Dopo Iron Maiden, Kiss, Alice Cooper e, due settimane fa, Whitesnake e Judas Priest, ieri sera è stata la volta dei Megadeth e dei Metallica, accompagnati nientemeno che da Anthrax e Slayer!
Location identica a quella del Gods of Metal, ma un pubblico almeno 4 volte più numeroso e un palco più grande con tanto di megaschermi laterali.

Arriviamo che gli Anthrax (gruppo che conosco solo di nome praticamente) hanno già finito e ci apprestiamo ad ascoltare i Megadeth con ancora molta (troppa) luce per garantire uno show davvero convincente.
La posizione lontana e il sole in piena faccia non permettono di divertirsi davvero, ma qualche cantata riusciamo a farcela.
Soprattutto sulle note di A tout le Monde, Hangar 18, Symphony of Destruction e Peace Sells… but who's Buying?.
Il resto è una performace tecnicamente perfetta da parte di Mustaine e Broderick, e corona anche il rientro di David Ellefson al basso.

È poi il turno degli Slayer, gruppo che con la performance di ieri conferma quanto sia tanto fuori dalle mie corde.
Melodia inesistente, riffing velocissimo e violenza per una prova tecnica non da poco, ma si tratta proprio di un genere che non fa per me.
Quindi ne abbiamo approfittato per mangiare, rifocillarci e, verso la fine dell'esibizione, per appropriarci dei posti più vicini possibile al palco nell'attesa dell'inizio dello spettacolo dei Metallica.

 

Incredibile, ecco come definirei vedere James Hetfield e i suoi dal vivo.
Come dicevo poco fa, sicuramente nella mia vita di concerti esaltanti ne ho visti, e pensavo che nessuno potesse eguagliare gli Iron Maiden, ma devo dire che Hetfield e soci non sono da meno, anzi!
La solita, epica marcia introduttiva da Il Buono, il Brutto e il Cattivo di Ennio Morricone ha dato il via al delirio più totale.
Purtroppo godersi DAVVERO un evento come questo senza i fastidiosi pogatori non è possibile quindi, per fare buon viso a cattivo gioco, mi sono dovuto adeguare e mi sono dato all'headbanging sfrenato sulle note di Hit the Lights e Master of Puppets per un inizio davvero coi fiocchi direi!
E rimanendo praticamente quasi sempre all'interno del confine tracciato dal Black Album (a parte All nigthmare Long e la cover dei Misfits nel bis), i Four Horsemen hanno proposto brani adrenalinici uno dopo l'altro.
E ho scoperto come mai, rispetto alle altre band, i Metallica godano di tale successo di pubblico soprattutto in sede live.
Vuoi la struttura dei brani,  vuoi la loro maestria, ogni brano viene suonato e interpretato come se fosse l'ultimo del concerto, senza risparmiarsi nulla, mantenendo tutto lo spettacolo a livelli di potenza altissimi!
Hetfield, Hammett, Ulrich e Truillo sono in grado di trasmettere un'energia trascinante dall'inizio alla fine, ed è impossibile stare fermi, nonostante il caldo, la stanchezza, il dolore al collo e alla schiena.
E si continua con The Shortest Straw, Seek & Destroy, Sanitarium e Ride the Lightning prima di passare a Through the Never, più pesante e meno violenta, per respirare un secondo.
È poi stato il turno di All Nightmare Long, unico exploit da Death Magnetic durante la quale la telecamera che proiettava le immagini alle spalle dei 4 ha passato più volte in rassegna le facce dei fan in primissima fila.
"James please give me your guitar!", ecco un cartellone che ha attirato l'attenzione di James Hetfield al quale il cantante e chitarrista ha risposto: "Lavora, e comprati la tua, da molta più soddisfazione guadagnarsi le cose con la fatica!".
Altro intermezzo divertente ha visto poi proprio lui trovarsi con una chitarra scordata a metà concerto.
Ottima e davvero d'atmosfera la strumentale The Call of Ktulu, durante la quale vedere vicini i due axemen illuminati dai riflettori significa molto per coloro che adorano il gruppo, ma anche questo genere musicale.
Un bellissimo spettacolo di fuochi artificiali e razzi, fiammate ed esplosioni ha costituito l'intro di One, uno dei pezzi più carichi di pathos del gruppo.
E si è continuato con altri classici come For Whom the Bell Tolls e Blackened, prima della chiusura con una incredibile Fade to Black e ancora il loro inno, Enter Sandman!
I Metallica lasciano il palco per riposare un attimo e poi tornare sulla scena e chiamare con loro anche gli altri interpreti della giornata per suonare Die Die My Darling dei Misfits.
Lo spettacolo è assicurato, e soprattutto vedere Lars abbracciare MegaDave (per quanto potesse essere solo un gesto "di scena") in nome del genere che rappresentano, insieme, e di cui hanno fatto la storia, è stato un bel momento.
La fine vera e propria del live è stata consegnata a Damage Inc. e ad un'incazzatissima Creeping Death che ha chiuso un live indimenticabile!

 

LA SCALETTA
The Ecstasy of Gold  (intro – Ennio Morricone)
Hit the Lights
Master of Puppets
The Shortest Straw
Seek & Destroy
Welcome Home (Sanitarium)
Ride the Lightning
Through The Never
All Nightmare Long
Sad But True
The Call of Ktulu
One
For Whom the Bell Tolls
Blackened
Fade to Black
Enter Sandman

Encore:
Die Die My Darling (Misfits cover)
Damage Inc.
Creeping Death

E qui per voi tutto il concerto di Gotheborg di settimana scorsa (3 luglio) con tanto di bis e interviste iniziali (in svedese e senza sottotitoli!).
La performance dei four horseman inizia al minuto 48 circa.
La scaletta è identica, tranne per Through the Never sostituita da The Memory Remains e Die Die My Darling sostituita da Am I Evil? dei Diamond Head.

Enjoy!
 

Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: