you're reading...
letteratura, Philip K. Dick, sci-fi

Philip K. Dick – Cronache del Dopobomba

di Philip K. Dick

pagine 288

prezzo: 6.90 €

Editore: Fanucci

Sinossi dal sito Fanucci:
Che cosa accade dopo la fine del mondo?
Cosa avviene quando la Bomba – quella di cui tutti parlavano dal 1945 – viene finalmente lanciata?
Apparso nel 1963, Cronache del Dopobomba narra il mondo dopo il lancio dell’ordigno che ha messo in ginocchio l’umanità, cancellando dalla faccia della terra città ed esseri viventi.
I sopravvissuti non sono più uguali a prima, ma rappresentano l’embrione di una stirpe che ha innestato sulle malinconie di una civiltà al crepuscolo il vitalismo confuso di una razza agli albori. L’intero pianeta viene rappresentato da una piccola comunità californiana, in cui i superstiti vivono aggrappati alle onde radio che provengono dallo spazio. Il loro profeta è Walt Dangerfield, l’astronauta rimasto bloccato in orbita prima della catastrofe atomica, e che dal cielo trasmette alla Terra nastri musicali e pedagogici.

Non male il Dick catastrofico di questo romanzo, che trova nel Deus Irae scritto a quattro mani con Roger Zelazny più di un punto in comune.
Più crudo e meno visionario forse, nonostante le stranezze, i poteri PSI e le figure profetiche non manchino nemmeno qui.
Contrariamente al succitato romanzo qui non c’è (o almeno non sembra esserci) nessuna missione sacra, nessun destino, nessuna prova da mostrare al mondo intero. I suoi protagonisti sono destinati ad acettare la loro situazione, e possono solo cercare inutilmente di trascinarsi nell’esistenza sconvolta dalla catastrofe nucleare causata dalla follia di un solo uomo.

Cronache del Dopobomba (o Dr. Bloodmoney, in originale) pecca infatti della mancanza di azione. È uno spaccato statico dell’esistenza umana a sette anni dall’esplosione della Bomba, con la sua galleria di personaggi più o meno strani (come nei migliori romanzi corali di Dick) tra cui spiccano Walter Dangerfield, il DJ in orbita, i piccoli Edie e Bill Keller (ancora una volta la nota biografica dedicata alla sorella morta), Stuart McConchie, il nero un po’ stupido ma forse per questo incapace di disperarsi, la bella, viziata e capricciosa (ma mon per questo un personaggio negativo) Bonny Keller, e ancora Hoppy Harrington, potente focomelico tuttofare dai poteri inimmaginabili e il deus ex machina responsabile della catastrofe, Bruno Bluthgeld.

Tutti loro si muovono in un mondo “alla Mad Max”, popolato da pericolosi animali mutanti e da predatori selvaggi, dove i beni materiali scontati sono rarissimi e costituiscono merce di scambio di inestimabile valore e la cultura, persa nell’olocausto, è ridotta a poche trasmissioni radio e costituita di una manciata di dischi di musica classica e popolare e romanzi di intrattenimento letti dallo stesso per i suoi ascoltatori.
Uno spaccato molto lucido, non privo delle visioni tipiche dell’autore, ma per la quasi totale durata del quale non succede davvero quasi nulla, fino alla conclusione che invece vede accadere fin troppe cose in poco tempo.
Poco dinamico quindi, ma interessante e ben costruito, con personaggi clamorosi in grado di rimanere impressi a lungo nella mente del lettore.
Poteva essere un capolavoro, così com’è è “solo” un ottimo romanzo.

Annunci

Discussione

2 pensieri su “Philip K. Dick – Cronache del Dopobomba

  1. I want to book mark this specific blog post, “Philip K.

    Dick – Cronache del Dopobomba | Distant Visions” Cheap Window Treatments on
    my personal blog. Do you care if I personallydo it?
    Thx ,Isiah

    Pubblicato da Gregory | 13 marzo 2013, 21:27

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: