you're reading...
cinema, horror, sci-fi

Prometheus

di
Ridley Scott

con
Noomi Rapace
Michael Fassbender
Guy Pearce
Idris Elba
Charlize Theron

Ecco, anche questo è uscito. In ritardo di tre mesi rispetto al resto del mondo, Prometheus è arrivato anche da noi.
Ero davvero molto speranzoso in merito all’ultima fatica di Ridley Scott, come moltissimi fan. Pare che il regista abbia confermato anche di voler produrre e dirigere un nuovo Blade Runner, e quale banco di prova migliore poteva esserci se non un prequel del suo altro capolavoro?
Già, perchè questa pellicola nasce come prologo di Alien. Durante la gestazione hanno deciso invece di separarlo dalla continuity, ma con scarsi risultati: OK, gli alieni creati da Giger non ci sono (più o meno), ma il resto è innegabilmente erede dell’immaginario legato alla quadrilogia di horror fantascientifici più famosi del cinema.
La Wayland corporation, l’equipaggio con a bordo un androide, l’astronave aliena trovata sul pianeta, le modalità di infezione da questa NUOVA (nuovissima proprio!) razza aliena e addirittura alcune somiglianze con le verità svelate in quelle due cagate di AvP, sono tutti elementi che è impossibile non considerare durante la visione.

Visione però che ha un grosso, gigantesco neo: a causa di una sceneggiatura davvero pessima (opera del Damon Lindelof di Lost, sigh) vi lascerà praticamente e assolutamente estranei alla vicenda. Succede di tutto, in modo un po’ confusionario in realtà, ma allo spettatore non gliene fregherà nulla. Esattamente il contrario di ciò che accadeva con il primo Alien del ’79, dove succedeva poco ma il film non ti mollava un attimo.

Va detto però che nonostante la freddezza e questa distanza che il film riesce a creare tra i protagonisti e gli spettatori, l’aspetto tecnico è davvero splendido. Effetti speciali, musiche, ambientazione, tutto è reso davvero perfettamente e realisticamente. E anche le interpretazioni sono più che cconvincenti (Michael Fassbender su tutti), Sono le meccaniche e le regole implicite che non si fanno comprendere a pieno.
Nei film della serie tutto era semplice: un face hugger si attacca alla faccia del malcapitato di turno, questi viene appiccicato al muro con un po’ di bava aliena, e quando il feto è maturo, un piccolo e tenero chest burster uccide l’umano perforandogli l’addome dall’interno per iniziare a muovere i primi passi da spaventoso assassino spietato spaziale.

Qui sembra che nulla abbia senso invece… Quello che avviene sembra dettato puramente dal caso.
Perché una missione importante come quella del Prometheus dovrebbe imbarcare tanti e tali cretini?
Non se ne salva uno, e danno la prova di tale idiozia in una scena (scusate lo spoiler) in cui scoprono che l’aria all’interno della cupola che trovano è respirabile.
Quindi, cosa fanno TUTTI, uno dopo l’altro? Si tolgono i caschi! E se nell’aria (respirabile) ci fosse stata una tossina sconosciuta? E meno male che dovrebbero essere scienziati!
Ma nemmeno i nostri creatori/progenitori muscolosi si salvano: se stavano fuggendo da qualòcosa (come mostrato da una registrazione) perché scappano VERSO la stanza che potenzialmente contiene la stessa minaccia?

Non voglio fare altri spoiler, ma il film è pieno purtroppo di cose simili, di cose che succedono senza un senso logico vero, di incongruenze e di buchi.
Ci sono anche un po’ di casi di autocitazionismo che non guasta mai se fatto bene (e qui a volte lo è, altre meno), ma che lasciano perplessi.
Insomma, non proprio un capolavoro, soprattutto a livello di trama e pathos (peccato, perchè il tema trattato poteva essere approfondoto molto di più) ma piuttosto un film che si lascia guardare, letteralmente.
Sta lì, inizia, prosegue, finisce. E lo spettatore aspetta che il film gli dica qualcosa, che lo catturi come il buon cinema sa fare.
Ma aspetta invano.

Annunci

Discussione

3 pensieri su “Prometheus

  1. Sto sperimentando con Tumblr e ho dedicato la prima recensione proprio a questo.
    http://moltenplastic.tumblr.com/post/31859280328/il-prometeo-non-tanto-moderno-ma-anche-un-po-anni-90

    Pubblicato da John | 19 settembre 2012, 17:52
    • Grande John! Ti linko subito ovviamente! Ma da te hai disattivato i commenti?
      Cmq quoto in pieno la recensione, l’inizio a pensarci bene funzionava, poi però anche Dave viene trasformato in un personaggio mezzo cattivo e mezzo buono (esattamente come quelli di Lost, che in una puntata fanno qualcosa che ti fa pensare siano stronzi, nell’altra sono buoni ecc…) che genera solo caos senza motivo apparente.

      Pubblicato da kalyth | 19 settembre 2012, 18:08
  2. Purtroppo ho letto molti commenti simili al tuo riguardo al film…. Sarà anche che c’era una grande aspettativa, ma cmq da un regista come Ridley Scott era sicuramente lecito aspettarsi qualcosa che andasse oltre la media ! Peccato… 😦

    Pubblicato da Spider-Ci | 23 settembre 2012, 15:38

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: