you're reading...
Final Fantasy, videogame nostalgia, videogames, War of the Magi

Final Fantasy VI: War of the Magi – Capitolo 3 (prima parte)

War of the Magi logo

Capitolo 3: Una storia corale – il cast (prima parte)

Come abbiamo visto nel precedente, breve, capitolo Final Fantasy VI presenta un cast di personaggi principali molto vasto, forse il più ampio tra i capitoli regolari della serie. Il coinvolgimento di diverse personalità nel processo creativo dei suoi protagonisti ha permesso (quasi sempre) una caratterizzazione molto profonda e una cura per i dettagli che hanno contribuito a rendere questo capitolo uno dei preferiti di molti. È infatti praticamente impossibile non immedesimarsi in almeno uno dei quattordici eroi che il giocatore si troverà a controllare durante il gioco, tante e tali sono le loro peculiarità.

Se i caratteri di ciascuno verrà sviscerato durante la narrazione della trama del gioco, qui cominciamo a vederli tutti seppur brevemente. La lista sarà divisa in 3 parti. Due per i personaggi del gruppo principale e una per il cast di comprimari, sempre presentati in ordine di apparizione.

Terra Branford

Spesso considerata da molti erroneamente la protagonista del gioco, Terra è il primo personaggio che ci viene mostrato all’inizio del gioco: è una maga alla quale l’Impero di Gestahl ha fatto il lavaggio del cervello con una tiara magica e viene comandata a bacchetta da Kefka,. Mandata a Narshe per verificare se le voci sul ritrovamento di un esper congelato rispondono a realtà si troverà per fortuna libera suo malgrado.

Durante la storia scoprirà di essere legata in maniera indissolubile alla magia e si unirà ai Returners di Locke, il gruppo ribelle che si oppone all’Impero, anche per riscoprire il suo passato misterioso e le sue origini.

Il suo nome, dipendentemente dalla versione che si sta giocando, può essere oggetto di diverse speculazioni ed è, in ogni caso, legato indissolubilmente al personaggio di Celes.

Nella versione NTSC (e quindi poi anche in Europa) il suo nome è appunto Terra. Come a collocare il personaggio a complemento di Celes: insieme i due personaggi femminili diventano chiave di lettura del creato (cielo e terra).

Il legame con l’altra importantissima figura femminile del gioco è sancito anche dal nome in versione originale giapponese però (Tina) in quanto i nomi, insieme, si elevano a creature superiori e da venerare (“Celestina”).

 

Locke Cole

Un giovane avventuriero in cerca di tesori preziosi e “relic”. Non sopporta quelli che lo chiamano ladro, quando a lui piace definirsi un cacciatore di tesori.

È il salvatore sia di Terra che di Celes, e si dimostrerà essere forse il più puro e onesto (sentimentalmente parlando almeno) dei personaggi. Ma il suo passato, esplorabile tramite la sua quest personale nella seconda metà del gioco, nasconde un incidente importantissimo che gli impedisce di avvicinarsi emotivamente a Celes, con la quale svilupperà un rapporto delineato meravigliosamente con dei dettagli eleganti e mai banali. A livello di combattimento la sua abilità permetterà non solo di rubare oggetti ai nemici, ma con le relic giuste anche di danneggiarli nel mentre.

E a proposito di nomi, è impossibile non notare che il suo nome, privato della E finale sia traducibile come “lucchetto”: non solo è il “ladro” del gruppo, ma è anche colui che riuscirà a far schiudere il cuore di Celes, non prima però di essersi liberato del suo stesso fardello.

 

Mog

Mascotte della serie, insieme ai chocobo, i Mog, o Muguri, o Moogle che dir si voglia, sono piccole e simpatiche creature sempre presenti nei mondi della serie. Di solito adibiti a ruolo di contorno, in FFVI uno di essi non solo è la voce narrante della storia, ma entra anche a far parte del gruppo per difendere la sua casa, Narshe. Questo mog, in particolare, ha imparato la lingua umana da un Esper e, insieme ai suoi fratelli e sorelle, aiuterà Locke a far fuggire Terra dalle miniere di Narshe in cui abita. Come attacco speciale impara diverse danze per infliggere danni o status alterati ai nemici e tra l’altro è l’unico personaggio a poter indossare una relic utilissima (il Moogle Charm) che permette di evitare qualsiasi combattimento casuale.

 

 

 

Edgar Roni Figaro

Edgar è il re del regno di Figaro, ed è alleato con l’Impero ma supporta la resistenza dei Returners fornendo anche supporto e informazioni dall’interno. Prima di diventare re, Edgar era un appassionato di ingegneria, e grazie alla sua intelligenza e abilità non solo crea armi potentissime da usare in battaglia come balestre multi-bersaglio, moto-seghe o spruzzatori di veleno, ma ha anche fornito il castello di Figaro di meccanismi tali da potergli permettere di farlo sprofondare tra le sabbie del deserto che lo circondano e muoversi sotto il suolo!

È il fratello gemello di Sabin, e alla morte del padre si è sobbarcato volontariamente (e grazie ad un piccolo trucchetto dettato dalla sua astuzia) la responsabilità di gestire il suo regno per lasciare libero il fratello, meno incline alle responsabilità. Ama le belle donne e non mancherà di cercare di fare colpo su Terra in più di una occasione. Il suo nome, di origine anglosassone calza perfettamente, in quanto [cit.] (Eadgar o Eadgard) “è composto da ead (“ricco”, “benedetto” o “prosperità”, “ricchezza”), e gar o gart (“lancia”). Potrebbe quindi avere il significato di “lancia della prosperità” o “lancia del patrimonio” o, più in senso lato, “colui che difende il patrimonio“, “difensore del patrimonio” o “custode del patrimonio”. [fine cit.].

 

Sabin René Figaro

Giovane monaco che viene spesso scambiato per un orso dagli avventurieri (e da Terra stessa), è il fratello gemello di Edgar, fuggito da Figaro per allenarsi nelle arti marziali al seguito del maestro Duncan. Si allenerà insieme al figlio dell’insegnante e svilupperà la tecnica Blitz, utilissima e potentissima fin da subito: come a voler scimmiottare i picchiaduro 1vs1 tanto di moda negli anni ’90 infatti, Squaresoft decise di dotare questo simpatico guerriero di un comando speciale durante il quale inserire determinate sequenze di tasti per far eseguire a Sabin (il cui nome, in originale, è Mash) mosse speciali in stile Street Fighter II. Il bello è che, anche senza scoprirle nel gioco, sono eseguibili tutte fin da subito, rendendolo uno dei membri del gruppo potenzialmente più forti di tutti nella prima parte dell’avventura.

L’indole di Sabin però, nonostante la sua estrema forza fisica, è semplice e pacifica. Proprio per questo motivo è stato, tra i due gemelli, quello a soffrire di più dalla morte dei genitori, tanto da voler lasciare il castello di Figaro: odia l’aristocrazia e l’ipocrisia della vita di corte, e preferisce vivere nella natura. Ha quindi accettato di buon grado il risultato della scommessa con Edgar che ha decretato chi dei due si sarebbe accollato il peso della successione.

 

 

Celes Chère

Generale imperiale dal cuore nobile, Celes all’inizio è uno degli ufficiali più fidati di Gestahl, assieme a Kefka e il Generale Leo. Quando la incontriamo nel gioco, nei panni di Locke, sarà però imprigionata dall’Impero stesso e una volta liberata si unirà al per trovarsi finalmente a vivere insieme a persone che tengono a lei, ricambiando il sentimento e diventando un personaggio chiave di almeno un paio delle scene fondamentali della vicenda. È detentrice della Runic Blade (spada delle rune), in grado di assorbire la magia, ed è insieme a Terra l’incantatrice più portata del gruppo, rivelandosi anche molto forte nel combattimento corpo a corpo.

Del suo nome abbiamo già detto appena qualche riga fa, ma è curioso come in giapponese possa suonare come il nome della dea romana Cerere.

Da notare che se Terra inizia il gioco con a disposizione l’incantesimo Fire, lei invece sarà in grado di lanciare Blizzard fin da subito. Un dettaglio, questo, che toglie qualsiasi dubbio sulla voluta complementarietà dei due personaggi.

 

Shadow

Assassino mercenario che ucciderebbe chiunque per il giusto prezzo. Va e viene come gli pare ed è accompagnato dal suo cane Interceptor, Shadow è un personaggio stupendo ma mai molto considerato quando si parla di Final Fantasy VI. Il motivo? Oltre all’utilizzo della sua abilità Throw, che è sì potente, ma consuma oggetti piuttosto di valore per essere resa più efficace, anche la difficoltà nel tracciare la sua storia e quindi risolvere la sua quest personale è un fattore che lo rendono di solito quasi ignorato. Se non si fa attenzione ad alcuni dettagli, e non si sa come fare a farlo sopravvivere durante il cataclisma di metà gioco si rischia di perderlo per sempre. Ma anche salvandolo, è forse il personaggio più difficile da far rientrare nel gruppo.

Non farò spoiler in questa sede, ma ho intenzione, nel trattare la trama, di parlare a fondo di quello che nasconde il suo passato. Solo un paio di indizi: come mai Interceptor si affeziona così tanto a Relm (personaggio che vedremo nel prossimo capitolo)? E come mai sia Shadow che Relm sono gli unici a poter utilizzare la relic Memento Ring? Alcune curiosità legate a Shadow: è impossibile, durante la storia, farlo salire a bordo del Blackjack, la nave volante del gruppo, ma nel codice del gioco ci sono alcuni suoi dialoghi assegnati a quella zona; inoltre, pernottando nelle locande del gioco, è possibile imbattersi (casualmente) in alcuni sogni di Shadow che ne svelano in parte il passato. E per finire, il tema musicale di questo personaggio creato da Tetsuya Nomura, fu composto da Nobuo Uematsu in onore di Ennio Morricone: è infatti udibile per la prima volta quando Terra, Locke e Sabin entrano nella taverna a South Figaro e Shadow, che “taglierebbe la gola a sua madre per un nichelino” è al bancone a bere come in un vero film western.

 

 

Annunci

Discussione

4 pensieri su “Final Fantasy VI: War of the Magi – Capitolo 3 (prima parte)

  1. Ho sempre trovato molto interessante Shadow e tutto il suo passato, era bello quando la storia dei personaggi andava ricostruita finoa spingere i giocatori a dover spulciare nei file di gioco… ah bei tempi!
    Beh diciamo che è la stessa Square a “riconoscere” Terra come “protagonista”, oltre banalmente per averla scelta come rappresentante in Dissidia… del resto è il perno della storia, bene o male, senza la quale forse tutto non sarebbe avvenuto.. per quanto quindi FF6 sia il più corale, come in ogni buona storia corale c’è sempre qualcuno che fa da perno, quindi che puo’ assumersi il “peso” di protagonista, e in effetti a Terra darei senz’altro quel ruolo!
    Bell’analisi! Spero non passi troppo dai prossimi episodi 😛

    Pubblicato da Marco Esposto | 12 ottobre 2014, 01:32
    • Shadow è un personaggio stupendo se si riesce a ricostruire tutta la sua storia, davvero.

      E sì, so che anche Square ha ufficializzato Terra come protagonista con Dissidia, ma se si considera la seconda parte allora li dovrebbe essere Celes a diventarlo. A me piace pensare che lo siano tutti a modo loro, a parte alcuni personaggi di cui parlerò nel prossimo capitolo (sai già a chi mi riferisco ovviamente).

      Sulle tempistiche: non vorrei monopolizzare il blog con SOLO articoli su FFVI: ho la scaletta pronta per tutti i capitoli (una dozzina) ma mettere giù tutto per bene in maniera organica è più difficile di quanto pensassi: c’è talmente tanto da dire…

      Pubblicato da kalyth | 12 ottobre 2014, 20:51
  2. Aww, il theme morriconiano di Shadow ❤
    Sto arrivando mooolto lentamente a leggere i tuoi pensieri su FFVI! Non so se ti ricordi di me, sono quell'esaurita che scriveva gli speciali sui legami familiari in Final Fantasy su Games969! lol
    E sarei voluta arrivare prima sul tuo blog, invece che tipo un anno dopo, ma il lavoro in divisa mi tiene un bel po' alla larga dal PC! :p

    Pubblicato da Freuci | 22 aprile 2015, 09:11
    • Ciao! Certo che mi ricordo! Benvenuta!
      Non ti preoccupare per il “ritardo”, come vedi la cosa sta andando per le lunghe e riesco a pubblicare un nuovo pezzettino ogni tanto.
      Se ti interessa sto anche pubblicando un walkthrough del gioco qui:

      Niente di super mega tattico o preciso dal punto di vista dello sviluppo prettamente tecnico dei personaggi, ma semmai sto incentrando la cosa sulla storia, commentando di tanto in tanto.

      L’ultima parte di speciale dedicato ai personaggi è in cantiere e (spero) sarà pubblicata entro una settimana…

      Pubblicato da kalyth | 22 aprile 2015, 12:34

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: