you're reading...
animazione, fumetti, sci-fi

Ghost in the Shell: ARISE – Part 1 & 2

Arise_cover2Piccolo recap per i meno attenti: Ghost in the Shell è una serie a fumetti creata da Masamune Shirow nei primi anni ’90. Eccessivamente complicato (complice anche un tratto non sempre chiaro) il manga viene esportato in tutto il mondo solo dopo il succcesso del film omonimo.
Diretta da Mamoru Oshii, la pellicola diventa per il cinema di animazione giapponese quasi il sequel spirituale di Akira, e sarà poi apripista per moltissimi altri suoi simili, influenzando anche il Matrix dei fratelli Wachowski.
Che si tratti di manga o film, la storia vede la Sezione 9 della Pubblica Sicurezza di NewPort alle prese con la minaccia di un hacker potentissimo soprannominato Puppet Master.
Protagonista indiscussa della vicenda è il Maggiore Motoko Kusanagi, donna dal corpo interamente cibernetico ed esperta informatica e combattente.
Dopo il film si sono susseguiti un’altro lungometraggio, una serie TV in due stagioni conclusa con un terzo lungometraggio, vari manga e questo Arise.

Ultima quindi produzione legata a questo franchise cyberpunk made in Japan, ARISE è una serie di 4 OAV che raccontano il passato di Motoko Kusanagi e la formazione della sua Sezione 9.
Non è chiarissimo se si tratti del prequel della serie TV, dei due film o se costituisca un universo a se stante, ma anche solo nei primi due capitoli disponibili in italiano ci sono diverse affermazioni che fanno propendere più per quest’ultima teoria.
Si era parlato del passato di Motoko infatti nella seconda stagione di Stand Alone Complex, e quello che viene asserito in questa sede va a cozzare pesantemente con quanto dato per assodato.

Corre l’anno 2027, e (in Ghost Pain) Motoko Kusanagi, di ritorno da una missione all’estero, s troverà coinvolta nelle indagini dell’omicidio del capo della squadra 501, di cui fa parte. Farà la conoscenza del capitano Aramaki salvandogli la vita.
Le indagini la porteranno a dubitare dei suoi commilitoni e di se stessa, fino a risolvere la cosa e abbandonare la squadra.
Sarà nel secondo capitolo però (Ghost Whispers) che incontrerà i suoi futuri colleghi davvero e li sceglierà personalmente durante un confronto con gli stessi: un attacco terroristico mette in tilt l’intera rete dei trasporti della città, ma anche il colpevole (un eroe di guerra trasformato i capro espiatorio) dovrà fare i conti con complotti al di sopra della sua portata.
Batou, Ishikawa, Boma e Paz saranno alternativamente rivali e poi colleghi di Motoko, in una sequenza di azione e inseguimenti davvero ben architettata e frenetica, per giungere al finale “scontato” in cui si viene a formare la Sezione 9.

Arise_01

Essendo un prodotto per home video e cinema (e di recente trasformato anche in un manga), Arise gode di un trattamento di riguardo dal punto di vista tecnico.
È vero, il character design (soprattutto di Motoko) potrebbe non piacere a tutti, ma i tratti caratteristici (in primis lo sguardo gelido) sono inalterati e anche se ci viene presentata una versione diversa rispetto a quella (scosciata) di Stand Alone Complex (che è entrata a forza nell’immaginario collettivo come quella definitiva) sia lei che gli altri personaggi sono rimasti inalterati nella personalità.
Le nuove aggiunte sono un po’ anonime nel primo episodio, mentre la spia bionda di Ghost Whispers si stava ritagliando uno spazio non indifferente nella vicenda, tanto da lasciare sperare (invano) che non fosse solo un comprimario occasionale. Altra piacevole comparsa, nel secondo episodio, è quello dei Logikoma (che in ogni interpretazione hanno un nome diverso: Fujikoma nel gioco per PSOne e Tachikoma in Stand Alone Complex). Comparsa che ha subito a che fare con la presa di coscienza di un entità al 100% artificiale come loro.
Altro elemento che potrebbe spiazzare è rappresentato dal commento audio: la colonna sonora non è male, ma ha un che di anonimo, a partire dalla terribile opening. Ma anche il resto, dopo essere stati abituati all’opera di Yoko Kanno non è nulla di memorabile: funziona, ma senza brillare particolarmente. Cosa che forse, per ora, si può dire di tutta la produzione.

Arise_02

È ovvio, mancando all’appello i due capitoli finali (Ghost Tears e Ghost Stand Alone), tirare le somme in maniera definitiva non è possibile, però l’idea che mi sono fatto è che si tratti di un prodotto buono ma con sulle spalle il peso di un nome troppo importante. Cosa sottolineata continuamente dalle tante, troppe citazioni, similitudini, strizzatine d’occhio e rimandi agli altri elementi che compongono questo franchise.
Mancano i tempi dilatati e gli spunti riflessivi del film originale, e tutta l’azione presente la fa da padrona oscurando quasi del tutto le idee interessanti che vengono presentate dal punto di vista introspettivo.
Vero, si tratta di episodi di 40 minuti l’uno, quindi per essere autoconclusivi non si possono permettere molte digressioni, ma la succitata serie Stand Alone Complex era riuscita a trovare l’equilibrio perfetto tra azione e riflessione, vedere Arise DOPO lo fa sembrare un po’ una forzatura commerciale visto il revival che il genere sta avendo con la fortunata (e niente affatto male) serie Psycho Pass, di cui ho intenzione di parlare prossimamente.
Ripeto, non sono brutti, anzi, ma sembra che qualcuno si sia detto “Un attimo, Psycho Pass funziona perché ricorda Ghost in the Shell? Bene, allora perché non tirare fuori altri prodotti legati a Ghost in the Shell?”
Sinceramente io non avrei “disturbato” il franchise, che ha subito un paio di scivoloni (i due film Innocence e Solid State Society non sono proprio perfetti), ma magari sarò smentito da due capitoli finali incredibili, nell’attesa che ci separa dall’uscita del nuovo film. e della versione live-action con Scarlett Johansson…

Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: